Coronavirus: riflessioni dalla terra di mezzo